Preoccupati dalla diffusione di iniziative pseudoscientifiche a Caserta

COMUNICATO STAMPA

Il gruppo Campania del CICAP (Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze) esprime preoccupazione per le recenti iniziative di chiaro taglio pseudoscientifico che coinvolgono istituti scolastici superiori di Caserta.

È il caso di un convegno nell’ambito del Festival della Vita 2020 tenutosi il 25 gennaio presso l’Istituto tecnico e Liceo scientifico Francesco Giordani di Caserta sui rischi di salute connessi al 5G, dove hanno partecipatori come “esperti” relatori privi di competenze sul tema e che appartengono a comitati pregiudizialmente ostili a questa tecnologia, come la “Alleanza italiana stop 5G” e l’associazione “ISDE Medici per l’Ambiente”. Tra i relatori, infatti, hanno partecipato Maurizio Martucci, che si definisce “cultore di discipline olistiche e tradizioni millenarie”, praticante di “Kundalini Yoga unito al sentiero spirituale dei popoli nativi, in simbiosi con la natura”; Andrea Cormano, agopunturista, su temi relativi ai “meccanismi epigenetici del 3, 4 e 5G”; Mena Senatore, docente di inglese nelle scuole superiori, su temi relativi al “digital detox”; Stefania Guiotto, direttrice di “Pensiero Libero Network”; Vincenzo Iorio, elettrotecnico in pensione.

Vincenzo Iorio, in particolare, è stato più volte ospite di istituti scolastici, tra cui il Liceo Statale Alessandro Manzoni di Caserta, dove ha tenuto lezioni agli studenti su temi quali “Percezione sensoriale e realtà immaginata” (sulle “ultime scoperte nel campo della fisica quantistica” che consentirebbero “di trovare una risposta diretta al problema della coscienza”), “Fenomeni naturali straordinari”, “Parole geroglifiche” (offrendo un’interpretazione eterodossa del geroglifico che dimostrerebbe “che le conoscenze iniziatiche di questi popoli affondano le loro origini su antichi e misterici contenuti sapienziali”). Nell’ambito di un corso sul giornalismo scientifico con gli studenti del Liceo Classico Pietro Giannone di Caserta, inoltre, il prof. Iorio (che non è un giornalista scientifico, professione riconosciuta a livello nazionale) ha tenuto una relazione difendendo le teorie della fusione fredda, una nota teoria pseudoscientifica da tempo screditata dalla comunità scientifica.

Il CICAP Campania ritiene molto grave che tematiche di chiara impronta pseudoscientifica vengano presentate agli studenti come teorie scientifiche accreditate. La missione del CICAP (recentemente riconosciuto dal MIUR come ente accreditato per la formazione degli insegnanti) è quella di promuovere il ragionamento critico e la mentalità scientifica: in questo senso, tra le tante iniziative che il Comitato porta avanti a livello nazionale, la più importante è forse quella di aiutare i ragazzi e le ragazze di oggi a sviluppare il loro senso critico, perché più che mai abbiamo bisogno per il nostro futuro di cittadini più consapevoli, più responsabili e meno suscettibili alla disinformazione.

Pertanto, il CICAP Campania, auspicando che i dirigenti scolastici intervengano quanto prima per evitare che teorie antiscientifiche o infondate vengano diffuse nelle scuole senza spiegare chiaramente lo stato del consenso scientifico sulle questioni discusse, è a disposizione per fornire approfondimenti su queste tematiche e auspica che nelle iniziative divulgative rivolte agli studenti vengano invitati esclusivamente esperti accreditati con una solida formazione sui temi trattati.   

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...